Avete già pensato a cosa regalare a quei parenti o amici che non vedete mai, ma a cui non si può negare il tradizionale pensiero natalizio?
In mancanza di idee, i cesti enogastronomici vengono sempre in aiuto.

In commercio se ne trovano per tutti i gusti, ma si tratta generalmente di composizioni costose e molto impersonali.
Cosa ne dite quindi di optare per dei cesti di Natale fai-da-te?

Vi siete mai chiesti da cosa deriva il termine ‘vegan’?
Si tratta di un aggettivo coniato nel 1940 da Donald Watson e Elsie Shrigley e ricavato dalla fusione delle prime e ultime lettere della parola ‘vegetarian’.
Questa scelta pare sia nata dalla convinzione che il pensiero vegano si ispiri alla filosofia vegetariana, per poi diventarne una evoluzione.

Tuttavia, i vegani non si limitano a non mangiare carne e pesce, bensì evitano tutti i cibi di origine animale, vale a dire anche uova, prodotti lattiero-caseari e miele.

Non tutte le verdure amano il caldo…
Anzi! E’ proprio il clima di novembre a chiamare uno dei più colorati e versatili ortaggi a foglia che la terra ci offre.
Diamo quindi il benvenuto a sua maestà il radicchio, eccellenza made in Italy, con tutte le sue variopinte varietà.

La celiachia è un’intolleranza alimentare al glutine che colpisce circa l’1% della popolazione.
Si manifesta come infiammazione cronica dell'intestino tenue, scatenata dall'ingestione di glutine soltanto in soggetti geneticamente predisposti. In questi, il glutine provoca una reazione anomala del sistema immunitario, che aggredisce l’organismo, in particolare i villi intestinali, compromettendo la loro capacità di trasportare le sostanze nutritive essenziali.