Che autunno sarebbe senza castagne!

In queste miti giornate ottobrine, quanti di voi hanno già passeggiato nei boschi in cerca di castagne?
Questo ottimo frutto è infatti tra i simboli più tradizionali dell’autunno e, oltre ad essere buono, è anche un ottimo alleato in cucina, poichè la sua versatilità lo rende adatto moltissimi tipi di preparazioni dolci e salate.

Fino a qualche decennio fa, la castagna ha ricoperto un ruolo fondamentale nell’alimentazione popolare. Infatti, grazie alle sue proprietà nutritive, è stata alla base dei pasti di chi non poteva permettersi cibi più raffinati, tanto da guadagnarsi l’appellativo di “pane dei poveri”.
Non solo: del frutto non si buttava via proprio niente, tanto che anche le sue foglie venivano utilizzate per la cura dei malesseri stagionali.

Esistono diverse varietà di castagne, ma attenzione a non confonderle con i più ‘pregiati’ marroni!
Questi, infatti, nascono da castagni coltivati, sono di grossa pezzatura e presentano una scorza di colore più chiaro. Famosi sono i marroni di Castel del Rio, prodotti sull’Appennino bolognese e certificati dal marchio IGP.
Le castagne invece nascono dall’albero di castagno selvatico, sono più piccole e hanno la scorza più dura. Possono essere bollite o ridotte in farina con cui si preparano pane, polenta e pasta.

Sebbene si tratti di un alimento piuttosto calorico, le castagne sono ricche di proprietà nutritive benefiche, perciò consumarle nelle giuste quantità fa bene.
Ecco perchè:

  1. sono ricche di grassi monoinsaturi, che aiutano ad abbassare il colesterolo cattivo e ad alzare quello buono, oltre a prevenire le malattie cardiovascolari;

  2. hanno una notevole quantità di carboidrati complessi, per questo sono in grado di sostituire i più pregiati cereali (riso, orzo, frumento), con il vantaggio però di non contenere glutine. In questo senso sono soprannominate ‘i cereali che crescono sull’albero’;

  3. sono ricche di minerali (potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio e ferro) e di vitamine (C, B1, B2 e PP) che contribuiscono al buon funzionamento dell’organismo, aiutando a rinforzare il sistema immunitario;

  4. sono molto digeribili perciò consigliate chi soffre di anemia o inappetenza;

  5. sono ricche di fibre e quindi utili per una corretta funzionalità intestinale;

  6. grazie alla presenza della vitamina B9, utile per la sintesi del DNA e per la produzione di globuli rossi, le castagne sono utili anche in gravidanza, e proteggono il feto da alcune gravi patologie.

Con tutte queste proprietà benefiche, non è venuta anche a voi voglia di una bella scorpacciata di castagne?

Come abbiamo detto, questo frutto è estremamente versatile e può essere utilizzato per arricchire moltissimi piatti, dall’antipasto al dolce.
Lasciatevi ispirare dalle castagne Sapori Sinceri: selezionate con cura, sbucciate e governate in sciroppo di acqua e zucchero, sono perfette per la preparazione di dessert come il nostro morbido plumcake, ma anche per ripieni e antipasti freddi.
E se il vostro è un palato esigente, provate ad abbinarle alla selvaggina: la loro dolcezza, accostata al sapore deciso della carne, crea un equilibrio a dir poco perfetto!