Avete sempre pensato che stoccafisso e baccalà fossero sinonimi?
In realtà non è proprio così: in entrambi i casi si tratta di merluzzo nordico, ma ciò che cambia è il processo di lavorazione, tramandato di generazione in generazione dalle famiglie dell’arcipelago scandinavo delle Lofoten.
Nel caso dello stoccafisso, il pesce, appena pescato, viene pulito e fatto essiccare in rastrelliere all’aperto per lasciare che vento e sole lo asciughino naturalmente.

La breve, ma intensa stagione degli asparagi è iniziata!
Infatti, il periodo ideale per assaporare questo ortaggio ricco di fibre, sali minerali e vitamina C dura soltanto 3 mesi, da marzo a maggio. Le principali varietà di asparagi sono tre e si distinguono soprattutto dal colore: dai bianchi, coltivati al buio e delicatissimi nel gusto, ai verdi, più decisi e saporiti, ai violetti, caratterizzati da un leggero tono di amaro.

Tra le verdure di stagione che questo marzo ‘pazzerello’ ci offre c’è il carciofo, un ortaggio gustoso e versatile che, oltre ad essere buono e a prestarsi a numerose preparazioni in cucina, è anche un alimento ricchissimo di proprietà benefiche. Ma partiamo da principio: il carciofo vanta una storia molto antica. Sembra infatti che, nella sua versione selvatica, fosse già conosciuto all’epoca degli antichi Greci, anche se fu la Sicilia, durante i primi secoli d.C., a dare i natali alle prime vere qualità addomesticate.

SALSA, dal latino salsus, salato.
Le salse sono alleati straordinari in cucina: non solo accompagnano alla perfezione moltissimi tipi di pietanze, ma ne esaltano il sapore rendendole uniche!
Tra i loro mille e più utilizzi, queste preparazioni vengono accostate spesso a carni, pollame, pesce, verdure e uova per arricchirli e insaporirli, senza mai coprirne il sapore.